Sabato 19 marzo, StessoPiano organizza una nuova iniziativa per conoscere la città e le sue curiosità: una pedalata alla scoperta delle opere dello street artist pugliese Millo dipinte su 13 facciate cieche di palazzi del quartiere Barriera di Milano.

La visita sarà guidata da una referente della Fondazione Contrada Torino Onlus che ha coordinato il progetto per conto del Comitato Urban Barriera di Milano.

La passeggiata partirà alle 10 dalla sede del Comitato Urban Barriera di Milano (corso Palermo 122) e si concluderà alle 12.30 circa con un rinfresco presso la caffetteria via Baltea (via Baltea 3).

La partecipazione è gratuita previa iscrizione a info@stessopiano.it (indicando nome, cognome, telefono e mail).

Numero massimo di partecipanti: 35 persone.

È necessario avere una propria bicicletta (o il bike sharing), in buone condizioni di manutenzione.

Millo è il vincitore del Bando Internazionale di arte pubblica B.ART – Arte in Barriera, un bando internazionale di arte pubblica realizzato nell’ambito delle attività del Programma Urban Barriera di Milano e finalizzato ad aumentare la qualità urbana e l’attrattività ambientale attraverso la realizzazione di interventi artistici diffusi sul quartiere.
Le tredici immagini in bianco e nero, di forte impatto, sono legate da un unico filo conduttore basato sul rapporto tra l’uomo e il tessuto urbano: in ciascuna delle opere un personaggio perennemente fuori scala rispetto al contesto in cui si trova, compie azioni diverse interagendo con palazzi, oggetti, animali e persone.

 

Millo nasce a Mesagne (BR), nel 197
Dopo gli studi in Architettura porta avanti una personale ricerca estetica nel campo della pittura, concentrandosi sul rapporto tra lo spazio e l’individuo muovendosi dalla micro alla macroscala.
Riceve diversi premi e riconoscimenti in ambito nazionale tra cui il Premio Celeste e partecipa a numerosi eventi di street art italiana. Roma ospita due delle sue mostre personali “Nell’aria c’è un mondo invisibile” nel 2011 e “Missing” nel 2012.
Nel frattempo le sue opere sono esposte a Milano, Bologna, Firenze, Parigi, Lussemburgo e Londra, città che lo ospita con una personale dal titolo “Clumsy”.

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *